facebook-blacktwitter-blackyoutube-blackgoogle-plus-blacklivestream-transparentinstagram-transparentwhatsapp-black
ascoltalive
livetv-on

Pierfranco Bruni Ernesto De Martino1Nella prossima puntata di OPHELIA’S FRIENDS ON AIR si viaggerà nell’affascinante mondo delle tradizioni popolari del Sud Italia. Stefania Romito, conduttrice e ideatrice della trasmissione, vi proietterà insieme a Pierfranco Bruni nell’antropologia magica di Ernesto De Martino, grande studioso di tradizioni e rituali dei popoli e delle civiltà. Si intraprenderà un viaggio nelle terre della Lucania e del Salento, negli archetipi di una ritualità ancestrale. Un territorio, quello del Sud Italia, dalle antiche matrici “dove il neolitico ha costruito la sua civiltà”, come sottolinea Pierfranco Bruni. Da archeologo dell’antropologia, De Martino rinviene testimonianze di antiche tradizioni, retaggio di una cultura che affonda le sue radici nella dimensione di uno sciamanesimo primordiale. Una dimensione magica, una terra in cui il mito e la leggenda costituiscono l’anima di un’antropologia in cui il senso dell’oralità si trasforma in fiaba. Pierfranco Bruni darà ampio spazio al fenomeno del tarantismo che De Martino lega al rito funebre. Una dimensione magico-religiosa in cui la danza e il vocalizzo che l’accompagna si legano al lamentìo e alla ritualità gestuale del canto funebre. Una liturgia del rito che ha la sua genesi nel mito, espressione di una religiosità popolare che custodisce la memoria tra le pieghe del tempo. “Siamo fatti di tempo e viviamo nello spazio. Siamo fatti di civiltà e viviamo nei luoghi. Siamo fatti di dubbio, ma cerchiamo il senso della certezza” (Pierfranco Bruni)
Nella seconda parte ritorna la nostra Paola Bianchi con l’approfondimento di un noto romanzo di Dean Koontz, “Phantoms”. Un romanzo ambientato in una sonnolenta cittadina di montagna della California. In una giornata tranquilla, la dottoressa Jennifer Paige sta tornando a casa insieme alla sorella Lisa. Il silenzio innaturale calato sull’intero paese la colpisce, ma è soltanto il preludio a una serie di agghiaccianti scoperte che hanno inizio appena spalanca la porta di casa. Una catena di morti grottesche, inspiegabili, che in un primo momento fanno pensare a un maniaco, poi a una terribile epidemia, e infine portano a una verità inimmaginabile...
La terza parte della trasmissione è dedicata a Emma, l’insegnante di Lettere non vedente, protagonista del romanzo di Stefania Romito “Attraverso gli occhi di Emma” (Alcyone Editore). La madre di Emma non accoglie positivamente la notizia dell’intervento al quale si sta per sottoporre la figlia. Teme che possa rivelarsi un’ennesima delusione e inoltre è dispiaciuta del fatto che la figlia non l’abbia messa al corrente della sua decisione. Emergono così lontani rancori che ritornano a ferire il cuore di Emma

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Login Form